Cerca e consulta articoli.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Sassari Bed Breakfast la qualità al giusto prezzo " Vicino Ospedale Civile "

Tel +39 079 097 6223

WhatsApp solo messaggi

Bagno in camera - TV - Internet - aria condizionata - frigo - Sala colazioni

 

Con l’emergenza Covid-19 è esploso il ricorso alla cassa integrazione

Tre milioni trecentonovantotto mila seicentoventisette. È l’enorme numero di ore di cassa integrazione in più autorizzate dall’Inps in provincia di Ferrara nei primi quattro mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. È un numero, uno dei tanti che in questi mesi ci siamo abituati, ma certamente uno dei più significativi per capire l’impatto dell’emergenza Covid-19 sui lavoratori e sulle imprese. E non è neppure completo perché non include ancora tutte le domande di cassa in deroga che la Regione ha finito d’inviare in settimana, che per Ferrara vuol dire 2 milioni di ore per 8.520 lavoratori. Secondo il report della Uil sulla cassa integrazione dell’anno scorso, nel primo quadrimestre del 2019 a Ferrara le ore di cassa integrazione furono ‘solo’ 1.061.370. A evidenziare la maggiore drammaticità della situazione c’è anche il fatto che al tempo la provincia ferrarese registrò un incremento di oltre il 76% di ore autorizzate (soprattutto a causa di quella straordinaria). Numeri pensatissimi che si integrano nel difficilissimo quadro regionale e nazionale. La Cgil Emilia Romagna, non a caso, parla di “devastanti gli effetti provocati dal lockdown” proprio “leggendo i dati dell’Inps sulle ore autorizzate di cassa integrazione (ordinaria, straordinaria e in deroga)”. Nel solo mese di aprile di quest’anno a livello regionale sono state autorizzate 79,7 milioni ore di cassa integrazione guadagni. Il sindacato nota che si tratta di un  numero ben superiore alle ore autorizzate in tutto il 2009 (il primo anno della grande crisi) quando furono 65,1 milioni, e superiore pure a quelle dell’intero triennio 2017-2019, quando furono 62,1 milioni. In sintesi, il ricorso nel periodo gennaio-aprile 2020 (Cigo – Cigs – Cigd) in Emilia-Romagna ammonta a 85.228.954 ore, così suddivise: 80.478.917 ore di Cigo, in fortissimo aumento rispetto alle 2.628.012 del 2019 (+2.962,3%); 3.275.992 ore di Cigs, in aumento rispetto alle 3.105.782 del 2019 (+5,5%). 1.474.045 ore di Cigd, in aumento rispetto alle 102 del 2019, ma è un dato, come già evidenziato, molto parziale perché l’Inps non ha ancora aggiornato: la Regione, infatti, ha completato sabato l’invio delle 49mila domande pervenute per un totale di oltre 36milioni di ore che riguardano 157.135 lavoratori. “È un quadro drammatico – afferma Paride Amanti, della segreteria della Cgil Emilia-Romagna -. Ora bisogna accelerare i tempi dell’erogazione degli ammortizzatori sociali e prolungarne la durata, nonché prorogare la moratoria attuale dei licenziamenti che scade il 17 agosto. Dall’altro lato, bisogna progettare fin da subito la ripresa economica con un nuovo Patto per il Lavoro, che metta al centro la qualità del lavoro e dello sviluppo, gli investimenti, la transizione ecologica e il contrasto alla illegalità e alla criminalità organizzata”. Il ricorso alla cassa integrazione in questi primi quattro mesi dell’anno è così suddiviso: 55.837.255 ore operai; 29.391.699 ore impiegati. A livello territoriale le differenza tra primo quadrimestre 2019-2020 parlano chiaro: Bologna +20.303.620 ore; Ferrara +3.398.627 ore; Forlì-Cesena +7.640.599 ore; Modena +17.672.112 ore; Parma +6.237.423 ore; Piacenza +4.024.399 ore; Ravenna +4.818.193 ore; Reggio Emilia +10.945.972 ore; Rimini +4.454.113 ore. A questi dati, ammonisce la Cgil, vanno sommati gli artigiani e i lavoratori somministrati (non erogati dall’Inps ma dai fondi di solidarietà bilaterali): parliamo in Emilia-Romagna di 84.538 artigiani (per ben 20.261 accordi conclusi) e 20.606 lavoratori somministrati coinvolti negli accordi che abbiamo finora sottoscritto (4.203) per accedere agli ammortizzatori sociali. Inoltre andranno anche aggiunti i numeri delle Cig in deroga autorizzate direttamente dal Ministero del lavoro per le aziende plurilocalizzate.

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto   dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.   Per richiedere la rimozione degli articoli clicca qui.    

Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza

---------------------

Cerca e consulta articoli.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Sassari Bed Breakfast la qualità al giusto prezzo " Vicino Ospedale Civile "

Tel +39 079 097 6223

WhatsApp solo messaggi

Bagno in camera - TV - Internet - aria condizionata - frigo - Sala colazioni

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: