Mercatone Uno, Bertani-Sensoli (M5S): “Bene Regione sulle risorse ai Comuni”

“Siamo soddisfatti che la Regione, come annunciato oggi dall’assessore Costi, abbia deciso di prevedere degli aiuti ai Comuni che si attiveranno per agevolare la situazione dei dipendenti di Mercatone Uno. L’esempio di Imola, come avevamo richiesto ieri in una nostra risoluzione, ha fatto scuola”.

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

È questo il commento di Andrea Bertani e Raffaella Sensoli, rispettivamente capogruppo e consigliera regionale del MoVimento 5 Stelle, dopo l’annuncio da parte dell’assessore Palma Costi che la Giunta varerà una delibera per concedere ai Comuni risorse per sostenere i lavoratori e i dipendenti della Mercatone Uno.

“Si tratta di una decisione che auspicavamo proprio perché c’è la necessità, condivisa dalle parti sociali anche durante l’incontro di questa mattina a Rimini, di trovare tutte le forme di sostegno possibile davanti a una situazione di assoluta emergenza – aggiungono Bertani e Sensoli – Adesso il nostro auspicio è ci siano tante amministrazioni comunali a seguire la strada avviata a Imola provvedendo a sospendere le tasse locali come la Tari e a prevedere forti sconti su rette scolastiche e altro. In attesa che venga dato il via libera alla cassa integrazione le istituzioni locali devono mettere in campo tutte le risorse a loro disposizione per alleggerire una situazione davvero complessa” concludono i due esponenti del MoVimento 5 Stelle.

Soddisfatta anche Silvia Piccinini, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, in merito alla notizia dello sblocco del Tfr dei dipendenti di Mercatone Uno da parte dell’Inps. “E’ sicuramente una buona notizia – commenta – perché va incontro a quelle stesse richieste che sindacati e lavoratori avevano avanzato in queste settimane. Si tratta di un altro passo in avanti in una vicenda che resta però ancora molto complicata e complessa”. “Si tratta di una boccata d’ossigeno importante per i lavoratori, una prima e importante risposta nei confronti di chi da un giorno all’altro si è trovato senza più un lavoro. Adesso l’altro obiettivo fondamentale resta quello della cassa integrazione per tutti i dipendenti sulla quale il ministero del Lavoro, come spiegato dal ministro Di Maio, è già al lavoro così è al lavoro sulla nomina dei nuovi commissari straordinari dopo la scellerata gestione della Shernong Holding” conclude Silvia Piccinini.