Pochi radiologi a Cona, FI: “Il trasporto a Bologna quanto ci costa?”

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

La carenza del personale medico di radiologia vascolare e interventistica all’ospedale di Cona, e le criticità che ne derivano, sono oggetto di un’interrogazione di Forza Italia in Regione. Ad aprile di quest’anno, il Sant’Anna avrebbe attivato una richiesta di collaborazione con il Sant’Orsola-Malpighi di Bologna per affrontare la situazione.

“L’accordo – spiega FI – prevede il trattamento urgente dei pazienti del Sant’Anna nel Policlinico di Bologna nei turni di reperibilità nella fascia oraria pomeridiana (dalle ore 16 alle 20), notturna e nei giorni festivi e prefestivi nell’ultima quindicina di ogni mese”; inoltre, per le emergenze sanitarie è contemplato “il trasporto del paziente in elicottero e il suo ritorno a Ferrara”.

La Regione, secondo il gruppo forzista, “dovrebbe fare chiarezza sui costi di questa collaborazione e sulle spese già sostenute per il trasporto dei pazienti” sia in elicottero che in ambulanza, “indicando l’ammontare dei costi per il personale sanitario che effettua il servizio (anestesista, pilota e infermiere) e del carburante”.

Una soluzione migliore, suggerisce Forza Italia, sarebbe stata quella di “prendere prima in esame un piano di assunzioni, impiegando in modo più proficuo i radiologi in un percorso di formazione per la radiologia vascolare e interventistica” nell’ospedale di Cona.

Non solo; l’azzurro riporta anche il bando pubblicato a gennaio di quest’anno per la copertura di due posti di dirigente medico in radiodiagnostica, uno di questi per l’Aosp di Ferrara. Ma la stessa Aosp, dopo la graduatoria uscita a marzo, “avrebbe provveduto solamente a maggio – mediante telegramma – a contattare i candidati, senza tener conto della lunga tempistica per la formazione e delle difficoltà derivate dalla carenza di personale”.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B