“In Spagna i turisti pranzano comodi dentro i mercati, invece a Cagliari sono costretti a mangiare sulle panchine”

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

È il mercato civico al coperto più grande di tutta l’Europa, anche se per alcuni se la gioca – questione di pochi metri – con quello di Valencia. Il mercato civico di San Benedetto a Cagliari, tuttavia, non ha una bella cera. A ridosso della Pasqua e con la bella stagione ormai alle porte la scala mobile è ko, gli ascensori si bloccano e non c’è nemmeno uno schizzo progettuale dell’area food. Tra i boxisti c’è chi non nega di essere sia triste sia arrabbiato. Come nel caso di Oreste Tuveri, fruttivendolo: “Gli anziani sono costretti a fare due rampe di scale, è uno dei tanti disagi. Si è tanto parlato dell’area food, ma appunto sono state solo parole. Noi dovremmo avere una vocazione turistica, fornire questo tipo di servizio dentro il mercato, invece i turisti che arrivano sono costretti a mangiare seduti nelle panchine senza nemmeno un piattino o una forchettina”, osserva Tuveri.

“Proprio pochi giorni fa una ragazza di Madrid ha visitato il nostro mercato, mi ha detto che da loro non vendono quasi più i prodotti ma somministrano direttamente il cibo, qui siamo agli antipodi”. E, sul discorso delle multe, “tutti devono rispettare le regole, certo, ma serve più tolleranza, non stare a guardare sempre la virgola”.

L’articolo “In Spagna i turisti pranzano comodi dentro i mercati, invece a Cagliari sono costretti a mangiare sulle panchine” proviene da Casteddu On line.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B