Tjärnström (CEO Kindred Group): “Norme comuni UE per un migliore funzionamento del mercato online, anche per il settore del gioco”

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

“La prima tendenza che voglio affrontare è la rivoluzione digitale. Kindred è oggi una delle aziende digitali leader in Europa con ricavi da miliardi di euro e 20 milioni di clienti in tutta Europa. In Kindred abbiamo visto un’opportunità nella crescita di Internet e dei vantaggi di un mercato unico comune in cui tutti i cittadini dell’UE potevano godere degli stessi prodotti e servizi dei loro vicini. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di offrire ai nostri clienti un’esperienza di gioco online migliore, più equa e sicura, guidata dalla tecnologia”. E’ quanto ha dichiarato Henrik Tjärnström, CEO di Kindred Group, in occasione del convegno tenutosi a Bruxelles “2019 European Elections: The Case For and Against the EU”.
“La rivoluzione digitale offre enormi opportunità, un maggiore accesso alle informazioni, nuovi prodotti e servizi. Ma questa nuova realtà crea anche nuove sfide e responsabilità, non ultimo per quelle aziende che forniscono i loro servizi online. E poiché i consumatori ripongono una maggiore fiducia nel mondo online, le autorità di regolamentazione e le società che operano in questo ambito hanno una responsabilità ancora maggiore nel proteggere questa fiducia. L’UE è sempre stata una forte sostenitrice dei consumatori attraverso il mercato unico. Ma ha bisogno di lavorare meglio, in particolare per i consumatori online. Ecco perché sono particolarmente lieto che il Consiglio europeo abbia recentemente concluso che le norme del mercato unico digitale devono essere più efficienti e meglio applicate e che occorre rimuovere gli ostacoli. L’adattamento del mercato unico per il mondo online è cruciale, in quanto non dovrebbe importare se un consumatore acquista un libro, un biglietto aereo o effettua una scommessa online: il consumatore dovrebbe sempre godere delle stesse regole e delle stesse protezioni, indipendentemente da dove vive nell’UE. Al momento questo non è il caso per molti settori online, incluso il mio. E questo mi porta al punto finale: la regolamentazione deve adattarsi alle nuove realtà. Le politiche dovrebbero alimentare la nuova realtà guidata dal consumatore e non ostacolarla. Viviamo in una società globalizzata e guidata dalla tecnologia e le politiche devono essere più vicine al comportamento dei consumatori. Per concludere, l’UE si basa sul concetto che tutti i cittadini sono uguali e dovrebbero godere degli stessi standard. Ciò dovrebbe valere per tutti i settori, compreso il gioco d’azzardo online. Ecco perché chiediamo un insieme comune di norme UE per il nostro settore, ponendo il consumatore al centro, sulla base dei più alti standard e regolamenti, che offrano ai consumatori protezione e diritti sicuri indipendentemente dal Paese in cui vivono. Per questo motivo, esortiamo la nuova Commissione e il Parlamento a svolgere un ruolo guida nell’adattare il mercato unico alla realtà digitale, a beneficio di tutti i cittadini e i consumatori europei”, ha concluso. lp/AGIMEG

L’articolo Tjärnström (CEO Kindred Group): “Norme comuni UE per un migliore funzionamento del mercato online, anche per il settore del gioco” proviene da AGIMEG, Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B