Virgilio di Cagliari: “Chi mangia carne ammazza gli animali, tutti devono diventare vegani”

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

Maxi cartello colorato con molti dati legati, a detta sua, a quanto si consuma per produrre un chilo di carne. Virgilio Careddu, 67enne di Cagliari, è tra le duemila persone scese in piazza per l’evento “global strike for future”. Un inno alla svolta “vegan”, questo il suo messaggio principale: “È l’unica alternativa che abbiamo per salvare la Terra, nessuno lo dice che il diciotto per cento del gas serra è a causa degli allevamenti intensivi dell’Occidente. Bisogna che la rivolta parta dalle piazze, sennò nessuno fa nulla. Non mangio carne da otto anni e quando mi siedo a tavola so che non ammazzo nessuno, non è più una questione etica ma pratica, tra Ogm e granturco per nutrire gli animali ogni anno viene disboscata un’area grande quanto Lombardia, Emilia e Piemonte”.

 

Cosa rispondere a chi non condivide le sue posizioni? “La realtà è una, ovvero che entro il 2050 ci vorranno due Terre e io ai miei nipoti cosa lascio? La politica fa molto ma è collusa con i poteri forti, la plastica deve essere messa fuorilegge e si deve utilizzare la canapa. Si deve approvare l’articolo 13 della legge europea che dice che gli animali sono senzienti e l’Italia deve riconoscere che gli animali soffrono e sono anche loro individui col diritto alla vita e alla libertà”.

L’articolo Virgilio di Cagliari: “Chi mangia carne ammazza gli animali, tutti devono diventare vegani” proviene da Casteddu On line.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B