Quindici anni fa se ne andava Marco Pantani

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

Il 14 febbraio 2004 a soli 34 anni se ne andava Marco Pantani, tra i piu’ grandi ciclisti italiani di sempre.

Il Pirata, con le sue imprese in montagna in sella alla bici e la bandana in testa, ha fatto sognare l’Italia entrando nella leggenda con la conquista nello stesso anno, il 1998, di Giro d’Italia e Tour de France. La sua sfavillante carriera venne distrutta nel 1999, quando durante la corsa rosa, dopo la vittoria sul traguardo del Santuario d’Oropa e i successi sull’Alpe di Pampeago e a Madonna di Campiglio, venne sottoposto a un controllo antidoping in cui risultò un valore alto dell’ematocrito, 52% contro il 50% concesso.

Da quel momento in poi ebbe inizio la parabola discendente del Pirata, messo alla gogna dai media e tradito da amicizie sbagliate. Il 14 febbraio 2004 a Rimini Marco Pantani venne ritrovato senza vita nel residence ‘Le Rose’, stroncato da un’intossicazione acuta da cocaina con conseguente edema polmonare e cerebrale. Una fine tragica con tante domande ancora senza risposta. Quello che invece è certo è che il Pirata è e sarà sempre nei cuori di tutti gli appassionati di ciclismo e nulla potrà cancellare le emozioni e le vittorie che ci ha regalato.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B