I lavori del parcheggio nel centro storico di Bergamo sono privi di autorizzazione paesaggistica.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

Il
devastante progetto
di parcheggio interrato nel centro storico di Bergamo
, i
cui lavori sono in corso di esecuzione, dalla fine di gennaio 2019 è privo di autorizzazione paesaggistica.

Infatti,
la precedente autorizzazione paesaggistica rilasciata con nota Comune Bergamo n.
548 del 26 gennaio 2011, previo parere della Soprintendenza milanese allora
competente prot. n. 21099 del 15 dicembre 2010, risulta aver perso efficacia
dal 27 gennaio 2019.

La Soprintendenza
per Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brescia e Bergamo
(nota
prot. n. 18632 del 21 novembre 2018)
non ha rilasciato il rinnovo del
necessario parere ai fini
dell’emanazione della necessaria autorizzazione
paesaggistica
(art. 146 del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.),
sospendendo i relativi termini di legge, in attesa dei richiesti modifiche e approfondimenti progettuali
per mitigare il pesante impatto
paesaggistico/ambientale
.

Il Comitato NoParkingFara, il Comitato Bergamo Bene Comune e l’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno, quindi, inviato (10 febbraio 2019) una nuova istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti al Ministero per i Beni e Attività Culturali, alla Soprintendenza per Archeologia, Paesaggio e Belle Arti di Brescia e, per opportuna conoscenza, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bergamo.

la Rocca veneta di Bergamo

I
lavori sono iniziati in assenza della preventiva e necessaria procedura
di verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale (V.I.A.)
,
obbligatoria per le caratteristiche del sito e per l’imponenza del progetto (decreto
legislativo n. 152/2006 e s.m.i.
D.M. 30
marzo 2015
), vista l’approvazione del progetto esecutivo di variante del
parcheggio con deliberazioni Giunta comunale n. 266 dell’11 giugno 2015 e n.
137 del 10 ottobre 2016, in epoca successiva alla previsione delle ridotte
soglie dimensionali.

Inoltre,
la Procura della
Repubblica presso il Tribunale di Bergamo
 ha
avviato
un’indagine
esplorativa
 sul grande parcheggio pubblico multipiano “Parco
della Rocca – Ex Faunistico”
 (9 piani, 469 posti auto), in
corso di realizzazione a Bergamo
Alta
 in seguito all’istanza di accesso civico, informazioni ambientali e
adozione degli opportuni provvedimenti
 inviata (13
ottobre 2018
) dal Comitato
NoParkingFara
, dal Comitato Bergamo
Bene Comune
 e dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus.

Si
ricorda che in una sola ora (8 dicembre 2018) sono
state raccolte
ben 2300 adesioni di
cittadini
alla petizione per la
richiesta di svolgimento della procedura
di verifica di assoggettabilità a V.I.A.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Bergamo, cantiere del parcheggio nel centro storico.

(foto Comitato NoParking Fara)

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B