Emergenza Zimbabwe: una cena di finanziamento per sostenere il Progetto Diga

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

Una cena di autofinanziamento per supportare il Progetto Diga, con cui l’associazione Emergenza Zimbabwe sta cercando di aiutare la popolazione africana ad acquisire tecniche, infrastrutture e competenze per affrontare il problema della carenza d’acqua. È questo l’appuntamento che si terrà giovedì 28 febbraio alle ore 19,30 presso il Ristorante “Da Giuseppe” in Viale Carducci 26, a Copparo, e al quale sono invitate tutte le persone interessate a contribuire o a informarsi sul progetto.

Oltre al Progetto Diga, la cena di solidarietà è a sostegno di altre due realtà umanitarie: Don Aldo Viti, attualmente missionario in Costa d’Avorio, dove sostiene circa 400 ragazzi e relative famiglie, e dove a 95 anni dice messa e confessa quotidianamente; e Avsi, una ong che opera in diversi paesi poveri, in ambito socio-educativo, sanitario, creazione di posti di lavoro, agricoltura, acqua, energia, emergenze umanitarie, migrazioni, e diritti umani.

Il costo della cena è di 20 euro, di cui 4 saranno devoluti. “Per questioni organizzative – afferma il pomotore del Progetto Diga Marcello Girone Daloli – chiediamo al più presto la conferma della partecipazione a questa mail o chiamando Loretta 333-920 2634 o Roberta 348-038 9313. Per chi parte da Ferrara abbiamo diversi posti auto. Vi ricordo che è solo con il passaparola che facciamo conoscere il Progetto Diga – Emergenza Zimbabwe”.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B