Corro per Vincere

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

ufficio.jpg

Protagoniste o Gregarie ?
L’asticella è alta ma la democrazia paritaria non è la sfida che le donne hanno lanciano, é quell’ investimento di umanità e progresso per il quale l’intera società civile dovrebbe spendersi.

Non aver capito il semplice e allo stesso tempo, grande passaggio dall’emarginazione alla partecipazione, offerto dalla DPG, è avvilente per chi ha creduto fortemente nella possibilità di realizzare le tanto attese pari opportunità nella politica.
Il Consiglio Regionale della Sardegna, il 21 novembre 2017 , ha posto un tassello nella costruzione di una democrazia compiuta con l’introduzione della norma sulla doppia preferenza di genere nella legge elettorale, che intendeva promuovere migliori condizioni per la parità di accesso alle cariche elettive nelle istituzioni, un passo in avanti verso l’equilibrio tra uomini e donne nella rappresentanza.

Tale patrimonio, nelle mani delle elettrici e degli elettori, appare snaturato in questa Campagna Elettorale per il rinnovo del Consiglio Regionale della Sardegna, che vede più donne della stessa lista accondiscendere ad accordi elettorali con un unico uomo, così da vanificare la propria personale partecipazione, paventando la possibilità che le cose restino così come stanno: quattro donne su 60 consiglieri regionali.

Tale rivendicazione, sostenuta dalle donne non é un correttivo nel sistema elettorale, poiché non consegna alcuna “certezza” del risultato favorevole alle donne, pur essendo assodato che la partecipazione di entrambi i generi ai processi decisionali trasforma l’agenda delle priorità delle politiche pubbliche portandole verso una maggiore e fattiva inclusività, come constatato dall’esperienza delle elezioni amministrative locali.

E allora rivolgo un appello alle Candidate: sappiate che rinunciare ad essere protagoniste di una competizione elettorale per favorire le candidature maschili, fungendo da gregarie in una corsa impari, danneggerà ciascuna delle donne candidate ma soprattutto, arretrerà quel prezioso movimento di civiltà che avrebbe potuto cambiare la complessità delle crisi da cui siamo tutte e tutti travolt*.

Ovviamente la promozione delle politiche di genere non si esaurisce nell’attuazione di misure e interventi specifici rivolti alle donne infatti, se si vogliono realizzare pari opportunità per tutti, il Governo Regionale dovrà assumere la differenza di genere tra i criteri di interpretazione della realtà sociale della Sardegna nella programmazione economica e nelle analisi di bilancio, attraverso azioni concrete per ridurre le disuguaglianze e valorizzare la risorsa femminile in chiave di crescita economica ed equilibrato sviluppo locale, nella consapevolezza che diverso è il ruolo dei due generi nella famiglia, nell’ economia, nella società.

L’assunzione del Gender Mainstreaming rende, ogni intervento più efficace, corretto, equo, così come il 26 gennaio al COFIMER di Cagliari, tutti i Candidati alla presidenza si sono impegnati a sostenere, sottoscrivendo La Carta degli Impegni per La Parità, promossa dall’Associazione Coordinamento3 – Donne di Sardegna.
Il cambiamento culturale deve anche riguardare i servizi, il diritto all’istruzione, ad un lavoro dignitoso, adeguato alle competenze, equo nel merito e nel reddito, per una partecipazione egualitaria tra donne e uomini a tutti i livelli delle strutture decisionali. Più donne verranno elette in Consiglio Regionale, maggiori saranno le garanzie per realizzare tutto ciò.

Molti uomini candidati hanno capito che potevano fare della doppia preferenza di genere un punto di forza per se stessi. Hanno promosso la candidatura di donne disposte a lavorare per loro mantenendo aperta la competizione esclusivamente fra uomini. Non capire il valore di una norma antidiscriminaroria farà retrocedere ogni tipo di emancipazione femminile e di progresso sociale. Lascerà la Sardegna ai margini del progresso, ancora lì ad attendere che qualcuno si ricordi di noi.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B