Fumata nera dal vertice Conte-pastori: “La protesta continua, non molliamo”

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

Non è stato risolutivo il vertice tra la delegazione di pastori sardi e il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, oggi pomeriggio a Decimomannu. “Abbiamo incontrato una delegazione di allevatori, in particolare del Movimento pastori sardi – ha detto il premier al suo arrivo alla Prefettura di Cagliari -. Il 21 febbraio alle 11.30 ci sarà un tavolo di filiera, lo annuncerà anche il ministro dell’Agricoltura Centinaio, al quale prenderanno parte per la prima volta anche i pastori della Sardegna. E adesso saranno allo studio delle misure per venire incontro alle loro richieste”. L’appuntamento è fissato tra dieci giorni a Roma, nella sede del ministero delle Politiche agricole.

Nessuna soluzione immediata, quindi, e i pastori annunciano che la protesta proseguirà.

“Ci hanno ascoltato per un’ora, sono tutti molto disponibili, ma siamo lontani dal trovare una soluzione – ha sottolineato il leader del Movimento dei pastori, Felice Floris -. Il Governo è attento, e noi lo ringraziamo – ha aggiunto Floris -, però ci servono risposte in tempi brevi. Per questo i presidi si intensificheranno nei prossimi giorni: noi non molliamo”. Tra le proposte arrivate durante il confronto per fronteggiare il problema delle eccedenze di prodotto, “c’è quella di spostare dal mercato 20 milioni di pecorino romano – riferisce Floris -, da destinare ai bisognosi in Italia, ma anche all’estero, per esempio in Africa”.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, alla Prefettura di Cagliari

Publiée par SardiniaPost sur Lundi 11 février 2019

L’articolo Fumata nera dal vertice Conte-pastori: “La protesta continua, non molliamo” proviene da Sardiniapost.it.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B