Diario di un orientatore #Pirri

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

“Perché uno studente dovrebbe scegliere il percorso Liceale Musicale?

Perché ha come alternativa, qualora fosse interessato a studiare la musica come linguaggio, quella di frequentare il Conservatorio.
Frequentare il Conservatorio per accedere ad un percorso d’Alta Formazione Musicale al Conservatorio dopo il quinquennio, vorrebbe dire, che per ottenere un diploma che abbia valore legale, necessiti frequentare con successo, la mattina un altro Liceo o un Istituto Tecnico, il pomeriggio cambiarsi d’abito e fare lo studente del Conservatorio.


Nel caso del Liceo Musicale è invece tutto dentro il percorso di formazione Liceale, perché a fine quinquennio si sarà in possesso di un diploma che consentirebbe l’accesso a qualsiasi tipo di percorso Universitario; si avrà la possibilità d’accedere al Conservatorio (con il quale si è convenzionati e in funzione del quale nasce questo percorso Ministeriale); e qualora i casi della vita dovessero portare lo studente a non proseguire gli studi,  si sarà comunque in condizione di auto prodursi, questo in virtù anche di laboratori come quello di Tecnologie Musicali che consentirebbero allo studente anche di autoprodursi e autodistribuirsi, non solo compositore e interprete, ma anche  produttore.


Considerate che di Licei Musicali annessi a Licei Artistici, in Italia non ve ne sono più di dieci, questo consente di viversi degli ambiente di progettazione in maniera sinergia, e nel campo delle produzioni audio video, immagino capiate quanto questo sia importante, un videoclip musicale nasce in funzione della musica che accompagna, così come la colonna sonora di un film nasce in funzione della storia che racconta per immagini.”

Dal “Diario di un orientatore”, Scuola Media Dante, Pirri, Cagliari, 14 Gennaio 2019

“Nel caso del Liceo Musicale è invece tutto dentro il percorso di formazione Liceale, perché a fine quinquennio si sarà in possesso di un diploma che consentirebbe l’accesso a qualsiasi tipo di percorso Universitario; si avrà la possibilità d’accedere al Conservatorio (con il quale si è convenzionati e in funzione del quale nasce questo percorso Ministeriale); e qualora i casi della vita dovessero portare lo studente a non proseguire gli studi,  si sarà comunque in condizione di auto prodursi, questo in virtù anche di laboratori come quello di Tecnologie Musicali che consentirebbero allo studente anche di autoprodursi e autodistribuirsi, non solo compositore e interprete, ma anche  produttore.”

 

“La scelta post biennio del Liceo Artistico non è da intendersi come definitiva, i linguaggi dell’arte sono tutti interconnessi.

Non esiste video che non abbia bisogno di una colonna sonora e/o di tracce audio, o di caratteri grafici d’accompagnamento rispetto all’informazione che emette; non esiste grafica che non sappia farsi anche animazione video; non esiste architetto o designer che non consideri il linguaggio plastico e la relazione con l’ambiente prima di progettare; la Scultura nasce menhir e poi diviene Dolmen facendosi Architettura; uno Scultore è educato al suono del battere la gradina su pietra sapendola ascoltare e il suo approccio al fare arte è anche uditivo, anche i primi suoni dell’umano presumibilmente sono espressi su pietra; su pietra e dentro la pietra nasce la pittura.

Perché vi dico questo?


Per farvi comprendere che il biennio comune serve per indirizzare lo studente verso l’area di progettazione e cognitiva di riferimento, che determina il metodo di studio che passa per quell’area della progettazione linguistica dell’arte, ma questo non preclude l’interazione e la conoscenza degli altri linguaggi dell’arte, i linguaggi dell’arte sono sempre interconnessi tra di loro; il pittore come il musicista ragionano in chiave progettuale di composizione di un insieme.”

Diario di un orientatole, 14 Gennaio, scuola media Leopardi-Pirri

“Il biennio comune serve per indirizzare lo studente verso l’area di progettazione e cognitiva di riferimento, che determina il metodo di studio che passa per quell’area della progettazione linguistica dell’arte, ma questo non preclude l’interazione e la conoscenza degli altri linguaggi dell’arte, i linguaggi dell’arte sono sempre interconnessi tra di loro; il pittore come il musicista ragionano in chiave progettuale di composizione di un insieme.”

” – Ma questo nella vostra brochure è Manu Invisble?

– Certo è un nostro ex studente del corso di Grafica, pur essendo un artista visivo di fama internazionale, la sua prima formazione artistica è stata Grafica e si è mosso dal nostro Liceo prima di frequentare l’Accademia di Belle Arti di Milano.

– Ma allora voi conoscete il suo volto senza maschera?

– Certo, è stato proprio uno studente della Prof., ma per niente al mondo sveleremo la sua vera identità, per noi il marketing che ha saputo ritagliarsi e autodeterminare dietro la sua identità è motivo di grande vanto e di prestigio.

Ci riempie di orgoglio come stia riqualificando le aree urbane e periferiche degradate Cagliaritane.

Siamo tra i suoi principali complici, e come lui stia ridisegnando l’area Cagliaritana è anche frutto di un tipo di preparazione grafica che lo contraddistingue a livello internazionale, attraverso un linguaggio che ha saputo interpretare in maniera pura, annientando identità e narcisismo d’artista, questo forse proprio perché la sua formazione artistica ha un’impostazione specialistica grafica.”

Dal “Diario di un orientatore”, Pirri, 14 Gennaio 2019

“Per niente al mondo sveleremo la sua vera identità, per noi il marketing che ha saputo ritagliarsi e autodeterminare dietro la sua identità è motivo di grande vanto e di prestigio. Ci riempie di orgoglio come stia riqualificando le aree urbane e periferiche degradate Cagliaritane. Siamo tra i suoi principali complici, e come lui stia ridisegnando l’area Cagliaritana è anche frutto di un tipo di preparazione grafica che lo contraddistingue a livello internazionale, attraverso un linguaggio che ha saputo interpretare in maniera pura, annientando identità e narcisismo d’artista, questo forse proprio perché la sua formazione artistica ha un’impostazione specialistica grafica.”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B