Buon compleanno, “vècio”: fa 40 anni Iroso, l’ultimo mulo alpino

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

Iroso, l’ultimo mulo degli Alpini, compie oggi 40 anni. La matricola n. 212 delle “penne nere”, benché abbia perso la vista, mantiene una discreta salute e in suo onore domenica prossima, a Vittorio Veneto, sarà organizzata una festa di compleanno. Nel maggio del 2017 furono prese tutte le precauzioni, compresa la sorveglianza di un veterinario 24 ore al giorno, per far sì che potesse partecipare all’adunata nazionale degli alpini di Treviso. Lo si può ben chiamare “vècio”: il soprannome riservato nel corpo degli Alpini ai veterani di guerra Iroso se l’è meritato quando, con ben poco onore, nel 1993 è stato venduto al macello insieme ai 23 compagni quadrupedi rimasti. La sua/loro storia l’ha scritta qui la brava collega Macri “Zoelagatta” Puricelli. Da allora Iroso vive nel trevigiano, nella casa del suo “conduttore” Toni De Luca, dove riceverà la tradizionale “benedizione degli animali” nella ricorrenza di Sant’Antonio Abate.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B