Siamo alla “svolta epocale”?

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&BMia Immagine

A Parigi oggi siamo a 800 fermati, a Bruxelles l’ultima notizia è di 70 fermati, bloccata la frontiera con Ventimiglia e una col Belgio.

Se prima potevamo dire "l’Italia non è la Grecia" ora possiamo aggiungere "la Francia non è la Grecia", i nodi arrivano al pettine, si evoca la Bastiglia.

La pressione della "gente comune" è troppo forte in tutta Europa, ho già fatto il paragone con le Rivoluzioni del 1848, la "Commissione" non potrà resistere.
Ora le Elites europee tenteranno una operazione da Gattopardo, fingere che tutto cambia affinchè nulla cambi, e in questa operazione che andrà di qui alle elezioni europee chiameranno le Elites degli Stati nazionali: tutto "cambierà"

In realtà per tornare all’europa del MEC e degli Stati Nazionali si deve passare per la scomparsa politica di "Popolari" e "Socialisti", da noi CDX e CSX, e stracciare i famosi "Trattati" da Maastricth in poi, chiudere con la "libera circolazione" dei Capitali, con le Banche Sovrane, l’Immigrazione etc, insomma tutto quello che ha caratterizzato l’azione delle II Repubbliche.
E quindi andare a penalizzare Elites & Sottopanza che su questo si sono arricchiti e fatto la scalata sociale, senza meriti e in danno del Lavoro e della piccola borghesia di mestieri e professioni.
Ma soprattutto in danno delle giovani generazioni ormai ridotte ai 3 o 4 € ora precari.

Storicamente però nessuna Elite (da Menenio Agrippa in poi, 450 A.C.) è mai scesa a patti con la Plebe senza sommosse violente o violentissime che ne mettessero in "pericolo" lo Status, sommosse che continuano nonostante i blindati e i proiettili di gomma a frammentazione.

Voi pensate che il passaggio sarà traumatico si avrà un compromesso, un nuovo "Patto Sociale"?

 

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

Mia Immagine