La Maddalena guarda al futuro investendo sull’educazione ambientale

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&BMia Immagine

La Maddalena, 9 dicembre 2018- Ha preso il via lo scorso venerdì, 30 novembre, ‘Da lontano sembrava un’Isola’, il  laboratorio didattico rivolto ai bambini delle  scuole primarie, a cura di Alessandra Angeli. L’iniziativa, organizzata dal Settore Ambiente del Comune di La  Maddalena, propone un percorso di esplorazione della vita del mare e delle abitudini socio culturali degli abitanti  dell’isola, con l’attenzione rivolta non solo allo studio dell’ambiente naturale, ma anche all’inquinamento, alle  emergenze ambientali e alle dinamiche sociali ed economiche.

“Le nuove generazioni dovranno per forza confrontarsi  con gli effetti dei mutamenti climatici – dichiara l’Assessore all’Ambiente Massimiliano Guccini – Con questi progetti  di educazione ambientale l’amministrazione comunale, congiuntamente all’istituzione scolastica, intende  promuovere nei nostri ragazzi quella “coscienza ambientale” che permetterà loro di evitare la pericolosa deriva  autosistruttiva verso la quale il nostro pianeta sta andando.”

Attraverso il gioco e l’uso dei linguaggi dell’arte, la dott.ssa Angeli parlerà di territorio, di mare, di arte, trasmettendo  ai bambini sia una conoscenza scientifica sull’ambiente marino, sia stimolando riflessioni sul concetto di rifiuto. I  bambini saranno coinvolti in un gioco creativo dove i colori ed i pennelli saranno sostituiti dalle plastiche raccolte  lungo i nostri litorali. L’azione artistica è volta a coinvolgere maggiormente i bambini e a comunicare, attraverso il  gioco, l’impatto negativo che molte nostre azioni hanno sull’ambiente in cui viviamo.

Il mare che bagna la Sardegna  è pesantemente compromesso dall’invasione della plastica e il problema non si limita alla salute delle specie ittiche,  che sarebbe comunque già importante di suo, ma si estende a chi consuma gli stessi animali. L’intento del progetto  ‘Da lontano sembrava un’Isola’ è dunque quello di sviluppare una diversa cultura dell’ambiente e del territorio,  promuovendo la conoscenza dello stesso ed il suo uso sostenibile. In particolare l’attività sarà centrata sulla  conoscenza delle plastiche, le microplastiche e sui dati allarmanti raccolti in questi ultimi anni dai ricercatori sardi. Il  laboratorio sarà un viaggio dall’isola al mare andata e ritorno, per porre le basi e guidare i piccoli in un percorso di  scoperta e conoscenza del fragile equilibrio dell’arcipelago.

L’articolo La Maddalena guarda al futuro investendo sull’educazione ambientale proviene da Olbia.it.

 

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

Mia Immagine