Accensione dell’albero di Natale e inaugurazione del presepe di sabbia in Piazza San Pietro

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&BMia Immagine

Il 7 dicembre è stato inaugurato in Piazza San Pietro a Roma il presepe monumentale di sabbia ed illuminato l’albero di Natale donati al Vaticano dalla città di Jesolo e dal Patriarcato di Venezia, e dalla Regione Friuli-Venezia Giulia e dalla diocesi di Concordia-Pordenone.

Nel presepe, che arriva da Jesolo, la Natività è stata realizzata con sculture di sabbia jesolana originaria delle Dolomiti, create dall’olandese Susanne Ruseler, che ha lavorato sui pastori e gli animali a sinistra, dal russo Ilya Filimontsev che si è occupato del nucleo centrale della Sacra Famiglia e dell’Angelo, e dal ceco Radovan Zivny, che ha scolpito i volti e le vesti dei Re Magi a destra della scena, coordinati dall’americano Richard Varano, è stata costruita su una superficie di circa 25 metri quadrati e costituita da un bassorilievo di 16 metri di lunghezza, 5 di altezza e 6 di profondità.
Sempre il 7 dicembre è stato anche acceso l’albero di Natale, un abete rosso che proviene dalla “Foresta del Cansiglio”, è alto circa 21 metri, con in sottofondo le musiche della Banda del corpo della Gendarmeria vaticana, le voci di quattro cori, il San Sebastiano, il San Marco e il Tomat, le coreografie del gruppo folcloristico dei Danzerini di Aviano.
L’addobbo e l’illuminazione in piazza San Pietro sono stati curati dalla Direzione dei servizi tecnici del Governatorato in collaborazione con la Osram.

Papa Francesco visiterà il presepe il 31 dicembre dopo la celebrazione del Te Deum.

credit foto Ansa/Di Meo

 

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

Mia Immagine