Alessio Arena: tre appuntamenti in Sardegna

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&BMia Immagine

Domenica 9 dicembre ad Albagiara, mercoledì 12 dicembre a Cagliari, giovedì 13 dicembre a Decimomannu il cantastorie e scrittore napoletano presenta “La notte non vuole venire”, la storia di Gilda Mignonette

di Antonio Tore

Una storia coinvolgente che ha il profumo di leggenda. Protagonista Gilda Mignonette, l’Edith Piaf italiana che a partire dagli anni Venti diffuse la canzone partenopea nel mondo.

La racconta Alessio Arena, cantastorie e scrittore, in La notte non vuole venire (Fandango, 2018). Siamo nel 1953 Mignonette, quasi settantenne, consumata dall’alcol e dalla gelosia, torna a Napoli. Con lei c’è Esterina Malacarne, per tutti semplicemente la Guagliona, una ragazza dei quartieri popolari che Gilda si è portata in America nel 1925 per farle da interprete. E’ il rapporto tra le due donne, oltre alla vita di Gilda, il grande tema di questo libro che Arena presenta in un mini tour organizzato per Éntula dall’associazione culturale Lìberos.

L’autore incontra i lettori domenica 9 dicembre ad Albagiara, alle 16 alla Biblioteca comunale con Luigi Pisci. L’appuntamento di mercoledì 12 dicembre a Cagliari, organizzato in collaborazione con il Festival 10 NODI, è un recital per chitarra e voce, si comincia alle 18 al Teatro Massimo. Ultima tappa giovedì 13 dicembre a Decimomannu, alla Biblioteca comunale alle 18 con Michele Pipia.

La notte non vuole venire (Fandango, 2018): l’8 giugno del 1953, sul transatlantico Homeland, Donna Gilda, la celebre Mignonette, quasi settantenne, consumata dall’alcol e dalla gelosia, compie il suo ultimo viaggio verso Napoli, città che ha cantato per mezzo secolo e che l’ha resa la Regina degli emigranti. A vegliarla nelle sue ultime ore Esterina Malacarne, per tutti semplicemente la guagliona, una ragazza dei quartieri popolari ma istruita che Gilda si è portata in America nel 1925 per farle da interprete. Mentre Gilda dorme nel suo ultimo letto, la guagliona riannoda i fili del passato vissuto insieme. Sullo sfondo della luccicante New York dei roaring twenties Alessio Arena canta con struggente nostalgia il proibizionismo, i gangster, la fama di Gilda e il suo palcoscenico, le passioni e la delusioni della più grande cantante italiana d’America.

Alessio Arena, cantascrittore, nato a Napoli nel 1984, pubblica il suo primo romanzo nel 2009, L’infanzia delle cose (Manni), premio Giuseppe Giusti Opera Prima. Nel 2010 partecipa a “Ultra – festival della letteratura in effetti”, dove presenta il suo secondo romanzo Il mio cuore è un mandarino acerbo, incluso nella collana 9volt di Zona. Nello stesso anno torna a Esor-dire come autore già edito e vince il premio del pubblico con il testo Le stelle, in fila indiana, poi si lavavano la faccia. Nel 2011 forma parte della scuderia di autori di On the road, collana di narrativa tascabile di SenzaPatria editore con La casa girata. Come cantante e autore partecipa a La versione dell’acqua (Meridiano Zero, 2009) messa in musica del romanzo di L.R Carrino, Acqua Storta. Nel 2014 ha pubblicato il romanzo La letteratura tamil a Napoli (Neri Pozza), finalista al Premio Minerva.

L’articolo Alessio Arena: tre appuntamenti in Sardegna proviene da Comuni 24 Ore.

 

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per richiedere informazioni al B&B

Mia Immagine