Gianni Nazzaro: in arrivo il nuovo disco dal titolo “70 ANNI … A MODO MIO”, anticipato dal singolo “Il campo di grano” in radio dal 9 novembre

Mia Immagine

Mia Immagine

Per i settant’anni, compiuti il 27 ottobre scorso, Gianni Nazzaro ha deciso di proporre al pubblico un nuovo progetto discografico dal titolo “70 ANNI … A MODO MIO” contenente tredici canzoni, prodotto da Clodio Music.
L’anteprima è il singolo inedito “Il campo di grano” in rotazione radiofonica dal 9 novembre e il relativo videoclip firmato dal regista Michele Vitiello.

L’album, si compone di alcuni dei grandi successi dell’artista che appartengono al repertorio classico della canzone italiana completamente rivisitati negli arrangiamenti e nella intensità interpretativa e nuovi brani sviluppati quasi come una sorta di mappatura emozionale del suo vissuto. Sette cover e sei inediti, per un totale di tredici brani.

Gianni Nazzaro ha attraversato brillantemente la sua vita artistica; ritagliandosi nel tempo un ruolo del tutto personale nel panorama dello spettacolo italiano. Debuttò nel 1965 come imitatore, per poi trionfare negli anni settanta come cantante. L’arte lo porta a intraprendere anche la strada del cinema e televisione raggiungendo grande popolarità e diviene fra l’altro nobile testimone delle tradizioni e della lingua di Napoli, valicando gli steccati nazionali.

Quanto è bella lei (vincitrice di Un disco per l’estate 1972) viene ricantata e arrangiata con il trasporto di questi oltre cinquant’anni di carriera, in cui Gianni, fra Roma e Parigi, fra Italia e Francia, ha costruito un ponte di storia che probabilmente emerge in questo diario aperto musicale.

Nuova veste per la celeberrima Perdere l’amore, Nazzaro fu il primo a interpretarla, ancor prima del trionfo sanremese di Massimo Ranieri.

Non voglio innamorarmi mai, altro brano storico di Nazzaro, recita “Vagabondo è l’amore”, probabilmente lo è stato artisticamente anche il cuore di Gianni, che ha saputo come attore, conduttore e cantate intraprendere strade sempre nuove.

Come non ricordare infine A modo mio che partecipò al festival del 1974 scritta dalla celebre coppia Claudio Baglioni e Antonio Coggio.

Mia Immagine

Mia Immagine