“I parcheggiatori abusivi a Cagliari? Molti si comportano bene e aiutano i clienti del mercato”

Mia Immagine

Mia Immagine

di Paolo Rapeanu

“Timbro il cartellino al mercato di San Benedetto ogni giorno”. Gianfranco Deidda, titolare dello storico ristorante “Basilio”, fa la scorta di prodotti sardi e arriva al mercato con la sua automobile. I parcheggiatori abusivi – meglio, quelli che danno il tagliando della sosta in cambio di qualche moneta – “non mi hanno mai creato nessun problema. Sono ragazzi che hanno anche fidelizzato i clienti, e spesso li aiutano. In via Bacaredda sono tutti tranquilli e gentili, non ho mai avuto problemi”, spiega Deidda. “Magari in altre zone della città sono più pressanti e ti chiedono con insistenza una moneta”.
E la possibilità di multa e prigione sino a un anno per gli abusivi, regola contenuta nel decreto sicurezza Lega-M5S, convince solo parzialmente il ristoratore: “È un po’ pesante, c’è anche chi è qui da tanti anni ed ha portato la sua famiglia”. Non si tratta, ovviamente, solo di parcheggiatori stranieri, ma anche italianissimi: “Quelli fuori dallo stadio ti chiedono una moneta per controllarti l’auto, è chiaro che non lo fanno perché non possono tenere d’occhio quattromila vetture”.

L’articolo “I parcheggiatori abusivi a Cagliari? Molti si comportano bene e aiutano i clienti del mercato” proviene da Casteddu On line.

Mia Immagine

Mia Immagine