Al Poetto i turisti continuano a depredare buste di conchiglie

Mia Immagine

Mia Immagine

Tutta l’estate i giornali non hanno fatto altro che riportare notizie di sequestri di chili di sabbia e conchiglie, di multe salate comminate a turisti poco rispettosi dell’ambiente e delle nostre leggi, ma sembra che a loro importi poco. A giudicare dalla sfacciataggine con cui l’uomo immortalato nella foto passeggia con la busta piena di conchiglie in bella vista, ci si chiede se davvero questo turista sia convinto di potersi portare via quel bottino liberamente. L’intera famiglia, come ci scrive la nostra lettrice che ci ha inviato le foto, padre, madre e figlia hanno percorso tutta la spiaggia raccogliendo tantissime conchiglie.

Anche ammettendo che la famiglia ignorasse il divieto, il buon senso dovrebbe suggerire che a un certo punto ci si deve fermare. Forse visto il gran numero di episodi di questa estate e senza contare tutti i furti, perché di furti si tratta, che sono sfuggiti ai controlli, bisognerebbe correre ai ripari con campagne informative a tappeto, sarebbe il caso di avvisare i turisti appena sbarcano in Sardegna, che è severamente vietato portare via sabbia e conchiglie, aumentare i controlli e stabilire multe altissime. Va bene un “ricordino”, ma riempirsi le buste è segno di totale mancanza di rispetto per il luogo che li ospita e più in generale dell’ambiente: in Sardegna solo turisti sostenibili, please!

L’articolo Al Poetto i turisti continuano a depredare buste di conchiglie sembra essere il primo su cagliari.vistanet.it.

Mia Immagine

Mia Immagine