Napoli: scambia carabinieri per coppietta da rapinare: arrestato

Mia Immagine

Mia Immagine

STORIE INCREDIBILI CARABINIERI AGENTI POLIZIA MUNICIPALE REATO RAPINA SOLDI ARRESTO ARRESTATO CARCERE PRIGIONE PENALE GIUDICE PM AVVOCATO ARMI FUCILI PISTOLA COLTELLO MORTE OMICIDIOHa pensato che i due carabinieri in un auto fossero una coppietta, complici il buio e il fatto che quella zona è da tempo un riparo per innamorati in vena di effusioni, ma è finito in manette. Accade a Frattamaggiore, nel Napoletano, dove i carabinieri hanno arrestato un uomo per rapina aggravata e per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Antonio Carrese, un 41enne residente nel quartiere di Napoli di Secondigliano già noto ale forze dell’ordine, è stato bloccato nel corso di un servizio di osservazione che i militari dell’Arma hanno predisposto in via Napoli dopo rapine commesse da un uomo armato di pistola e in sella a uno scooter nei fine settimana ai danni di coppiette appartate.

All’una circa di mattina, una persona alla guida di scooter si è immessa in via Napoli e si è diretta verso l’auto con a bordo militari della locale Stazione. Giunto nei pressi della vettura civetta, ha rallentato bruscamente per sbirciare attraverso i finestrini, ha estratto una pistola e l’ha puntata verso le persone a bordo, ma dopo una breve colluttazione è stato disarmato e immobilizzato. L’arma è risultata la replica di una semiautomatica priva del tappo rosso. Lo scooter aveva una targa di fortuna, un foglio di carta con altri nuneri e lettere e persino una stella analoga a quella della Repubblica italiana attaccato sopra a quella originale, ed è risultato essere intestato alla moglie del 41enne. Proseguono le indagini per accertare l’eventuale coinvolgimento di Carrese nelle rapine consumate in zona.

Leggi anche:

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere sempre aggiornato sui nuovi post, metti Like alla nostra pagina Facebook!

Mia Immagine

Mia Immagine