Comune al lavoro per superare l’emergenza maltempo. Trovati due scheletri a Siamanna.

Mia Immagine

Mia Immagine

Il Comune di Oristano ha immediatamente attivato tutte le risorse di cui dispone, umane, tecniche e organizzative, per risolvere tutti i problemi e superare l’emergenza causata dal maltempo, che ha provocato numerosi danni in tutto il territorio comunale.

“La straordinaria ondata di maltempo che ha colpito tutta l’Italia non ha risparmiato nemmeno Oristano, dove fortunatamente i danni non sono tanto gravi come in altre realtà – ha detto il sindaco Andrea Lutzu -. Le squadre del Comune, della “Oristano servizi” e della società “Formula Ambiente”, senza dimenticare quelle della Polizia locale, stanno intervenendo con grande impegno per eliminare le situazioni di pericolo e ripulire la città. Sono decine gli operatori in azione che stanno eseguendo un lavoro straordinario per abbattere gli alberi pericolanti, rimuovere quelli crollati e i rami abbattuti dal vento che nei giorni scorsi ha soffiato con una forza non comune.

La priorità sono le scuole e le aree verdi di pertinenza – ha proseguito Lutzu -. Quelle interessate sono praticamente tutte, ma gli interventi più urgenti sono in quelle di via Santulussurgiu, via d’Annunzio, via Diaz e via Campania. Altri interventi sono richiesti nelle ludoteche, nella circoscrizione di Donigala, nei parchi e in numerose aree pubbliche, oltre a Torregrande, dove i problemi più grossi si sono registrati nella strada vicino allo Spinnaker e in via Magellano. Esiste ovviamente una scala di priorità che tiene conto del grado di urgenza e di pericolosità dei singoli casi. Con la collaborazione e la pazienza dei cittadini e grazie all’impegno delle squadre mobilitate confidiamo di superare questa emergenza nel più breve tempo possibile, intervenendo con ordine dappertutto, partendo dai siti dove si registrano le situazioni più difficili”.

Due scheletri sono stati trovati nelle campagne di Siamanna. Si tratta del secondo ritrovamento di ossa nel giro di 10 giorni in Sardegna, dopo la scoperta di altri tre scheletri sul Supramonte di Orgosolo. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Oristano, guidati dal capitano Francesco Giola. Ad avvertire i militari è stato il proprietario del terreno agricolo, in località Idili, non lontano dal paese, che si trova a 16 km da Oristano. I due scheletri, entrambi in buono stato di conservazione, sono stati scoperti mentre l’uomo eseguiva alcuni lavori con una pala meccanica in prossimità di un muretto a secco. “In questo momento è prematuro fare qualsiasi ipotesi”, ha detto il procuratore della Repubblica di Oristano, Ezio Domenico Basso. Per saperne di più sulla data della morte e sulla possibile identità bisognerà, infatti, attendere gli esiti degli esami del medico legale.

Gli agenti della Questura di Oristano hanno arrestato due giovani di etnia rom, residenti a Oristano, di 24 e 17 anni, per furto in una abitazione in via Salvator Rosa. Un cittadino ha segnalato alla centralino della Questura che due giovani stavano scavalcando il davanzale di un appartamento in via Rosa. Sul posto sono giunti immediatamente due , due equipaggi della Volante che hanno fermato i due giovani rom, che avevano con loro cacciaviti, guanti, torce, una bomboletta spray al peperoncino, torce, cellulari e un orologio. I due ladri avevano già messo a soqquadro alcune stanze, e preso l’orologio che il proprietario aveva lasciato sopra il comodino della camera da letto. I due ragazzi sono stati accompagnati in Questura. Il 24enne è stato arrestato , mente il minorenne è stato accompagnato a Quartucciu, presso il Centro di prima accoglienza.

Mia Immagine

Mia Immagine