Si chiude la nona edizione del Carbonia Film Festival. Il programma del 14 ottobre

Mia Immagine

Mia Immagine

Giornata conclusiva per la nona edizione del Carbonia Film Festival, organizzato dal Centro Servizi Culturali Carbonia della Società Umanitaria – Fabbrica del Cinema e Cineteca Sarda, insieme alla Regione Autonoma della Sardegna e al comune di Carbonia, con il sostegno di Fondazione Sardegna Film Commission per la direzione artistica di Francesco Giai Via, che domenica 14 ottobre cala il sipario su un’edizione di prestigio e successo.

Al centro della giornata conclusiva il grande protagonista sarà il territorio, con uno speciale appuntamento dedicato al cinema “Made in Sardegna” (ore 16.00, Cine-Teatro Centrale). Fabbrichiamo sogni: raccontiamo la realtà – Formazione e produzione cinematografica per lo sviluppo del territorio vuole essere un momento di presentazione e incontro con il mondo del cinema regionale, attraverso la presentazione di progetti diretti da registi sardi o comunque profondamente legati al territorio. Un appuntamento che sottolinea l’importanza del rapporto tra la Società Umanitaria con la Regione Autonoma della Sardegna e la Fondazione Sardegna Film Commission, che hanno sostenuto la realizzazione e lo sviluppo di questi progetti. Saranno presentate al pubblico alcune clip del film Fango Rosso di Alberto Diana, girato interamente nel Sulcis-Iglesiente; il teaser di Ritratti di famiglia diretto da Manuela Tempesta e prodotto da Alessandro Bonifazi, un viaggio nella storia della famiglia sarda di ieri per arrivare a quella di oggi, raccontato attraverso materiali di repertorio; il cortometraggio Tre uomini e una troupe di Alessandro Bonifazi; L’unica lezione di Peter Marcias, realizzato nell’ambito del progetto Cinema e Found Footage dell’Università di Cagliari, ispirato da una lectio magistralis che il regista iraniano Abbas Kiarostami tenne all’Università di Cagliari nel 2001: nel cortometraggio di Marcias il filmato di quella lezione riprende vita arricchito da elementi di finzione; infine Ballata in Minore di Giuseppe Casu, il racconto di un viaggio di ritorno alla terra d’origine.
Al termine delle proiezioni verrà inoltre presentato il concorso Carbonia Indiscreta: un bando promosso dalla Fabbrica del Cinema rivolto alle giovani generazioni finalizzato alla realizzazione di due cortometraggi sul tema “piccole storie dal territorio”.

Protagonista della giornata sarà ancora una volta Laurent Cantet, vincitore della Palma d’Oro a Cannes con “La classe” e Presidente della giuria del Concorso Internazionale Lungometraggi, che nella giornata di domenica incontrerà il pubblico del festival per una masterclass sul suo cinema che lo vedrà salire in cattedra di fronte a una platea di giovani e giovanissimi (ore 11.00, Fabbrica del Cinema). Inoltre, al termine della cerimonia di premiazione durante la quale verranno assegnati i premi ai film delle due sezioni competitive (ore 18.30, Cine-Teatro Centrale), verrà presentato l’ultimo film di Laurent Cantet L’atelier, ambientato durante un laboratorio di scrittura creativa a La Ciotat che fa riemergere i trascorsi della piccola città operaia.

Proseguono anche nella giornata di domenica le attività del Festival Village nel centro della città (dalle 10.30 alle 21.00, Piazza Roma). Oltre ad espositori e artigiani, anche due laboratori gratuiti per il pubblico, ovvero “Fotografia per instagram” e “Costruzione di burattini con materiali di riciclo”.

Mia Immagine

Mia Immagine