Riapre il Kristall in versione ‘Bakery’

Mia Immagine

Mia Immagine







di Cecilia Gallotta

Hanno ufficialmente riaperto le saracinesche del bar Kristall, che mantiene il suo nome ma si svela in versione ‘Bakery’. C’è chi lo ricorda come il “caffè del cinema”, e chi è curioso di vedere come promette la nuova attività: la riapertura di sabato pomeriggio ha radunato all’angolo tra Corso Isonzo e via Ripagrande mezza città, in quello che si si può dire senza ombra di dubbio un successone.

Ciò che si augura continuerà ad essere, viste le buone premesse: dopo l’addio della precedente gestione, lo scorso gennaio, i proprietari del locale non si sono rivolti infatti ad un nome a caso. Paolo Saitta, già gestore di locali del calibro del ‘Duca d’Este’, ‘Osteria 4 Angeli’ e ‘Nonno Umberto’, assieme ai suoi tre soci è pronto ad accettare ed affrontare la “nuova sfida”, quella di riaprire un’attività nel punto nevralgico che divide il centro storico dalla zona Gad.

E lo fa arricchendo la proposta: “Oltre alla classica offerta abbiamo voluto inserire un laboratorio con personale specializzato in prodotti senza glutine” illustra Saitta, fermato dai complimenti e dalle strette di mano dell’Associazione Italiana Celiachia. Un accorgimento che fa la differenza, assieme all’accesso al bancone adatto anche alle persone disabili.

Non mancano all’appello il sindaco Tagliani, l’assessore Modonesi, Luigi Vitellio e Nicola Lodi, uniti, foss’anche solo per un pomeriggio, dalla qualità culinaria delle prelibatezze proposte al buffet.

Mia Immagine

Mia Immagine