Spal Primavera, undici metri di felicità: battuto il Carpi in Coppa Italia

Mia Immagine

Mia Immagine

L’esultanza della Spal Primavera. Foto di Isabella Gandolfi, fonte pagina Facebook ufficiale Settore Giovanile Spal

di Davide Soattin

Capitolo Coppa Italia. Passa la Spal a Carpi, non senza faticare, e lo fa grazie alla freddezza dei suoi tiratori dagli undici metri. Dopo i tempi regolamentari ed i supplementari terminati 2 a 2 infatti, con le marcature biancazzurre siglate da Clement e Spina dal dischetto, gli estensi staccano il biglietto per il prossimo turno del torneo solamente ai calci di rigore, dove affronteranno la Sampdoria.

A passare subito in vantaggio però sono i padroni di casa, con il tap-in vincente di Touré dopo appena quattro minuti di gioco. Dal canto loro, i ragazzi di Cottafava hanno l’occasione per pareggiare immediatamente i conti e rimettere la partita in careggiata con Esposito, ma l’estremo difensore emiliano Colombo è bravo e reattivo ad ipnotizzare il penalty dell’ex Inter, deviando la sfera in corner e salvando il risultato.

Nel secondo tempo, la musica cambia. La Spal aumenta la marcia, fa girare palla e si rende più pericolosa rispetto alla prima frazione, con i biancorossi che vengono letteralmente messi alle corde. La fortuna però non gira a favore dei ferraresi, che al 63′ subiscono il raddoppio di Ricciotti. La partita sembra essere ormai compromessa.

Ma se la fortuna non sorride ai biancazzurri, si sa anche che la speranza è l’ultima a morire. Ad un quarto d’ora dal triplice fischio infatti, una zampata di Clement accorcia le distanze e rimette tutto in discussione, prima che Spina trasformi l’estrema punizione al 94′ e regali l’insperato 2 a 2 alla sua squadra, che significa pareggio e soprattutto supplementari.

Durante l’extra-time la Spal non riesce ad infliggere il definito colpo di grazia ai carpigiani e tutto viene rimandato ai calci di rigore, con i biancazzurri che si rivelano glaciali e battono gli avversari per 3 a 6, grazie ad uno straordinario Fallani, protagonista con l’intervento su Pepe del passaggio del turno. Il prossimo 31 ottobre c’è la Sampdoria.

L’undici di Cottafava tornerà in campo sabato prossimo alle 15 quando, sul terreno del centro sportivo di via Copparo, incontrerà in campionato la Cremonese per inseguire la quarta vittoria consecutiva ed incrementare ulteriormente il suo primato in classifica.

Carpi-Spal 2-2 (3-6 dcr)

Carpi: Colombo, Danovaro, Ferrari Al., Galli (dal 69′ Scacchetti), Maroni, Ferrari An., Davoli (50′ Bokri), Nsingi, Simone (dal 50′ Ricciotti), Tourè (dal 90′ Pepe), Lillaz (dal 50′ Mastromonaco). All. Diddi

SPAL: Fallani, Alessio (dal 75′ Coulange), Biolcati (dal 64′ Martina), Salvi, Esposito, Cannistrà (dal 64′ Pessot), Sare (dal 46′ Chakir), Nikolic, Clement, Cuellar, Katuma (dal 46′ Spina). All. Cottafava

Arbitro: Sig. Alessandro Di Graci di Como

Marcatori: 4′ Tourè (C), 63′ Ricciotti (C), 75′ Clement (S), 94′ rig. Spina (S)

Rigori: Spina (S, goal), Mastromonaco (C, fuori), Nikolic (S, goal), Bokri (C, goal), Chakir (S, goal), Pepe (C, parato), Esposito (S, goal)

Ammonizioni: Cuellar (S), Maroni (C)

 

 

Mia Immagine

Mia Immagine