Aggiornamenti sulla piccola di Gela che ha perso la vita al Vittorio Emanuele

La notizia è ormai ovunque e tutti con il cuore a pezzi l’abbiamo salutata. Stiamo parlando della bambina di due anni di Gela, ne avrebbe compiuti tre questo novembre. La piccola, purtroppo, soffriva, fin dalla nascita, di problemi respiratori ed è volata in cielo, perché il suo cuore si è fermato, mentre era ricoverata all’ospedale Vittorio Emanuele di Catania.

Questa è la notizia che tutti conosciamo e che tutti i tg hanno trasmesso, ma il personale del reparto di pediatria del Vittorio Emanuele, ha dichiarato che la piccola non è morta nella loro struttura. Era l’alba quando quel cuoricino ha smesso di battere, ma la sera precedente, intorno alle ventuno, la piccola paziente, era stata portata al Policlinico di Messina. Inizialmente era stata ricoverata nell’ospedale di Gela, sua città di origine, ma poi è stata portata al Vittorio Emanuele, dove è stata ricoverata e tenuta sotto osservazione. I genitori della piccola pretendono dei chiarimenti, perché nessuno si è allarmato della gravità, la bambina era stabile, nessuna situazione di emergenza, mentre nella notte, tutto ha degenerato. Il suo cuoricino ha smesso di battere e la vera causa è ancora da chiarire. Ora quest’altra notizia, era stata trasferita al Policlinico di Messina ed è li che ha aperto le ali. Naturalmente è stata aperta un indagine e presto si avranno ulteriori chiarimenti sulla vicenda.


Intanto ci ritroviamo qui ad aspettare e a salutare un altro angioletto con cui la vita è stata ingiusta.



ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

Ciao piccola, vola libera nel cielo e proteggi la tua mamma e il tuo papà.

Fonte: newsicilia.it


ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

Mia Immagine