Emilia Romagna: Contributo a fondo perduto fino al 50% per progetti di internazionalizzazione del sistema fieristico.

Con il presente bando si promuove la partecipazione di soggetti fieristici specializzati alla definizione congiunta del Programma per l’internazionalizzazione del sistema fieristico regionale 2018 – 2019, attraverso la raccolta di proposte progettuali di elevata qualità volte a promuovere il sistema fieristico e produttivo regionale, sostenendo ed espandendo il
livello di internazionalità delle manifestazioni fieristiche regionali verso i mercati esteri.

Soggetti beneficiari
Possono presentare domanda di contributo esclusivamente i seguenti soggetti promotori:

Le società fieristiche dell’Emilia-Romagna relativamente alle manifestazioni, con sola qualifica internazionale.
Gli organizzatori di manifestazioni fieristiche, anche non emiliano-romagnoli, ma limitatamente a manifestazioni fieristiche, con sola qualifica internazionale, che si svolgono in Emilia-Romagna.
Le società fieristiche dell’Emilia-Romagna e/o gli organizzatori di manifestazioni fieristiche relativamente a manifestazioni fieristiche realizzate all’estero, se emanazione di eventi fieristici qualificati come internazionali dalla Regione Emilia-Romagna.
Tipologia di spesa ammissibile
Sono considerate spese ammissibili solo le spese espressamente previste dal progetto, effettivamente sostenute dal promotore del medesimo.
Sono ammesse esclusivamente spese debitamente documentate, sostenute a partire dalla data di presentazione del progetto, inerenti:
spese per beni, servizi e consulenze esterne per l’organizzazione di incontri istituzionali, incontri d’affari, ricerca partner, visite aziendali, seminari, workshop, convegni, incoming di operatori esteri (inclusi i costi di viaggio, vitto e alloggio) secondo i criteri della massima economicità: viaggi solo in seconda classe / economy, hotel fino a 4 stelle; altri eventi promozionali (quali, a titolo d’esempio: sfilate, degustazioni, mostre);
spese per la realizzazione di azioni di promozione di filiere produttive regionali, o di gruppi di imprese, nell’ambito di eventi fieristici all’estero, quali: affitto spazi espositivi, allestimento stand collettivi, trasporti, interpreti e hostess, incoming di delegazioni estere, organizzazione di seminari ed eventi promozionali comprese le degustazioni e le sfilate di moda;
spese relative alla certificazione IsO 25639:2008 prodotta da un istituto di certificazione riconosciuto da ACCREDIA, riferite alla edizione della manifestazione cui è legato il progetto di internazionalizzazione, per un importo massimo pari al 50% del costo della certificazione;
viaggio, vitto e alloggio di massimo 2 dipendenti del soggetto promotore nel solo caso di realizzazione di eventi e fiere all’estero, fino ad un massimo di € 10.000,00;
ideazione, produzione, traduzione e stampa di materiali informativi, formativi, siti web;
spese di personale effettivamente impiegato per la realizzazione del progetto dal promotore;
spese per la realizzazione (obbligatoria) della customer satisfaction delle sole imprese emiliano-romagnole coinvolte, da presentare alla Regione al termine del progetto, per un valore non superiore a € 5.000,00. L’indagine dovrà necessariamente fornire dati e informazioni raccolte durante gli incontri con soggetti e delegazioni estere, svolti nel
corso degli incoming e degli outgoing;
spese di coordinamento forfettarie.
Entità e forma dell’agevolazione
La Regione contribuirà alla realizzazione del progetto, con un contributo del 40% del valore delle spese ammissibili, eventualmente elevabile al 50% in caso di effettiva realizzazione di azioni di outgoing o di compartecipazione paritetica di soggetto afferente un diverso quartiere fieristico regionale, e comunque non superiore ad € 100.000,00.

Scadenza
31 luglio 2018

L’articolo Emilia Romagna: Contributo a fondo perduto fino al 50% per progetti di internazionalizzazione del sistema fieristico. proviene da Agevolazioni Finanziamenti @Agevolazioni Finanziamenti #Agevolazioni Finanziamenti.

Mia Immagine